Consiglio regionale, Panunzi (Pd): “Approvati emendamenti per fondi a sostegno del settore agricolo e per dare ai comuni il 20% degli introiti delle concessioni lacuali”

300mila euro per la prevenzione dei danni causati dalla fauna selvatica (canidi). 500mila euro per i danni e i mancati introiti in castanicoltura e olivicoltura. Il 20% degli introiti derivanti dalle concessioni lacuali ai comuni. Sono gli emendamenti presentati dal vice presidente della decima commissione (Urbanistica, politiche abitative, rifiuti) Enrico Panunzi (Pd) accolti dal consiglio regionale, nell’ambito dell’approvazione della legge di stabilità 2019 e del bilancio di previsione 2019-2021. L’emendamento riguardante la castanicoltura e olivicoltura ha avuto come primo firmatario il consigliere regionale Fabio Refrigeri. “Sono fondi necessari per dare un adeguato sostegno al comparto agricolo – afferma Panunzi -. Dai problemi causati dalla fauna selvatica (canidi) agli interventi a favore della castanicoltura e dell’olivicoltura, colpite da eventi estremi di maltempo nei mesi scorsi. Infine, la misura sulle concessioni lacuali garantirà risorse aggiuntive ai comuni che, fino a oggi, non traevano alcun vantaggio economico dal pagamento dei canoni”.